Chiesa profanata a Caltanissetta

 

Non solo in Francia e negli Stati Uniti: anche in Italia purtroppo profanazioni ed atti sacrileghi si verificano ormai con inconsueta frequenza e con violento accanimento.

Un caso si è verificato nelle scorse settimane presso la chiesa di S. Agata, nel Collegio di Caltanissetta, dove ignoti hanno forzato l’ingresso del centralissimo corso Umberto. Per la seconda volta nel giro di un solo mese hanno fatto quindi irruzione all’interno ed hanno seminato devastazione ovunque, gettando peraltro a terra il tabernacolo. Non essendovi testimoni, non è possibile sapere con esattezza cosa sia accaduto all’interno: nulla di buono, questo è certo. È probabile che il raid non sia stato improvvisato, ma che sia stato studiato sin nei minimi dettagli.

Le casse dell’attigua parrocchia sono state svuotate, ma, a detta dei fedeli, non era il denaro quel che cercavano, pur dandolo a credere nel tentativo di depistare le indagini in corso. Di fatto, anche tale profanazione sgorga dal clima di odio contro i cristiani, purtroppo diffuso a livello mondiale (autore: Mauro Faverzani; fonte: Corrispondenza Romana).