I Magio II

Corso di Storia Locale - 22

Corso di Storia Locale – 22

La crisi del settore mercantile già nel XVI secolo spinse i Magio ad investire, acquisire ed amministrare crescenti proprietà fondiarie ed a promuovere una politica di attive «alleanze matrimoniali» tra case aristocratiche. Nel 1647 re Filippo IV di Spagna conferì a Nicolò Magio il titolo di marchese, da appoggiarsi al feudo di Pescarolo e Grontardo. Dal XVIII secolo iniziò però un lungo periodo di declino per i Magio. Nel 1847 la Famiglia si estinse a Cremona: gli ultimi discendenti Uberto, Ippolita e Francesca sposarono infatti famiglie di spicco dell’aristocrazia milanese. Il che, a Cremona, comportò la cessione di palazzo Magio, ciò che ha posto fine, dopo secoli di fasti e di governo, alla presenza in città di una delle più antiche e nobili famiglie cremonesi.