Perché Guareschi è sempre attuale

Corso di Cultura - 15

Corso di Cultura – 15

85 anni fa, esattamente il 14 luglio 1936, ricorrenza di San Camillo de’ Lellis, uscì il primo numero del giornale satirico, Il Bertoldo. Tra i suoi collaboratori, figurava un giovanissimo Giovannino Guareschi, che, di lì a poco, avrebbe avuto successo come fondatore e direttore del Candido e soprattutto con i romanzi di don Camillo e Peppone, che lo hanno reso uno degli scrittori italiani più venduti al mondo con oltre 20 milioni di copia e l’autore più tradotto in assoluto. Gli ideali che Giovannino Guareschi incarnò e l’Italia del suo tempo erano molto diversi da quelli odierni, che hanno reso il nostro Paese irriconoscibile. Eppure si può dire che ancora forte e viva sia l’attualità di Guareschi, un autore capace di dire molto anche all’uomo di oggi. Che cosa, esattamente? Lo abbiamo chiesto ad un esperto, il dottor Paolo Gulisano.